God’s wall σύμβολον

God’s wall

La spiritualità tradizionale si esprime in rituali dedicati all’omaggio ad icone in luoghi di culto.
La devozione è qui epurata di ogni sovrastruttura e resa nella sua quotidianità.
Gli idoli scendono dagli altari per calarsi nel quotidiano.
La stessa inquadratura intende rimettere in gioco gli spazi, i rapporti tra idolo e routine.
Divinità naturali si riappropriano del loro posto, della posizione che fin dalla notte dei tempi era loro. Per evitare l’ira degli dei e propiziare il raccolto.
Il miele simbolo dell’operosità delle api e di una società in espansione e la vegetazione, simulacro di un nuovo desiderio di ritorno alla natura e di amore. La palma invece esprime la vita e il desiderio di rinascita.
Divinità senza altari, al muro, in attesa di nuovi sacramenti, di nuovi fedeli credenti.